A du’ fiori dar fu amato

Spread the love

E quanno me ne andrò, nun litigate
Nun fate a gara su chi ha mejo amato
Ma dateme ‘na mano, a braccia arzate
‘Ndo spero poi lassù venì accettato.
Ve chiedo, mo’ che adesso sto qui in vita
De nun scordavve mai ‘na frase bòna
Chessò, quarcosa scritto co’ le dita,
Che poi drento a quer còre v’arisòna
Perché, a dilla tutta, lo sapemo
Quanno ce semo è tutto ‘n po’ scontato
L’amore, invece, è lì se lo vivemo
Piuttosto che a du’ fiori dar fu amato…


Pubblicato

in

da